fbpx

VACCINO ANTI COVID 19: Domande e Risposte

vaccino anti covid 19

 

Di seguito alcuni chiarimenti sul vaccino per contrastare il Covid 19.
Tali informazioni sono state recuperate e sintetizzate dal sito ufficiale dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)  che potrai consultare comodamente per ampliare l’argomento.
Obiettivo di questa pagina è esclusivamente quello di aiutare il lettore a conoscere meglio ciò che riguarda le curiosità legate ai vaccini che saranno somministrati agli italiani.
Non si consiglia né si scoraggia l’utilizzo.
La scelta se vaccinarsi o meno in Italia rimane per il momento volontaria.

VACCINO ANTI COVID -19: Domande e risposte

Il vaccino in oggetto è un vaccino destinato a prevenire la malattia da COVID-19. Agisce nei soggetti di età pari o superiore a 16 anni. Contiene una molecola denominata RNA messaggero (mRNA) con le istruzioni per produrre una proteina presente sul virus responsabile della pandemia in corso. Il vaccino non contiene il virus e non può provocare la malattia.
Il vaccino in oggetto viene somministrato in due iniezioni, a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra.
Lo scopo del vaccino è quello di inibire la proteina Spike, responsabile, come fosse una chiave di ingresso, di far entrare il virus nelle cellule umane dove si riproduce. Il vaccino induce una risposta che blocca questa proteina Spike e quindi non avviene il contagio. Gli anticorpi che si formano per mezzo dell'informazione contenuta nelle molecole di acido ribonucleico messaggero (mRNA) iniettato nel paziente, bloccano le proteine Spike e ne impediscono l’ingresso nelle cellule. Il vaccino, quindi, non introduce nelle cellule di chi si vaccina il virus vero e proprio, ma solo l’informazione genetica che serve alla cellula per costruire copie della proteina Spike.
Il vaccino si è dimostrato efficace nel 95% degli adulti dai 16 anni in poi.
È stato evidenziato che la protezione da covid 19 inizia a produrre risultati sui pazienti vaccinati una settimana dopo la seconda dose, quella fatta 21 giorni dopo la prima.
Per il momento no. Il vaccino può essere somministrato in pazienti dai 16 anni in su. In una fase successiva saranno sperimentate soluzioni adatte ai piccoli.
Gli studi sono ancora in fase valutativa. Il confronto con virus simili pressuppone una protezione di 9-12 mesi
La vaccinazione è completamente gratuita.
Un documento di identità valido e la tessera sanitaria.

 

Se hai bisogno di un bravo infermiere a domicilio in Bari e provincia non esitare a chiamarci.
Info nella Home del sito oppure nella sezione Contatti nel menù.

Open chat
1
Ciao, invia un tuo messaggio con WhatsApp e chiedi informazioni.
Un nostro operatore ti risponderà rapidamente